IS@M

Home / Progetti / Attivi / IS@M
 

Innovative Sustainable Agriculture in Mediterranea


Innovative Sustainable Agriculture in Mediterranea

ENTE FINANZIATORE: Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020 (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale – FESR)

PERIODO DI DURATA: 10 gennaio 2017 – 01 gennaio 2019

RUOLO DI IRF: Partner di progetto

DESCRIZIONE

Tematica ed obiettivi

Le produzioni agricole sono sottoposte a forti esigenze di qualità da parte dei mercati e dei consumatori. Inoltre, il ricorso al mezzo chimico sempre più urta con le direttrici europee sullo sviluppo sostenibile e l’obbligo di promuovere una crescita verde basata sulla protezione integrata delle colture. Le sfide per l’agricoltura transfrontaliera sono, quindi, importanti in quanto i rischi parassitari sono particolarmente elevati a causa delle condizioni colturali e climatiche estremamente eterogenee e in continua evoluzione, e degli scambi commerciali sempre più intensi di piante e materiale propagativo. Il progetto IS@M si propone di sviluppare, validare e ottimizzare una piattaforma collaborativa che riunisca nuovi strumenti innovativi utili a supportare le MPMI nelle decisioni che quotidianamente devono prendere per difendere le proprie coltivazioni, indirizzandole verso scelte eco-responsabili.

Approccio metodologico

IS@M si basa su una collaborazione partecipativa di Istituti di Ricerca, stazioni sperimentali, consulenti ed aziende al fine di creare e rafforzare una rete transfrontaliera indirizzata alla difesa delle colture. Attraverso l’ausilio della piattaforma S@M si intende arrivare a valutare lo stato sanitario e il rischio epidemiologico, a livello di parcella, in tempo reale, in campo, su tablet o smartphone. 

Sono messe in opera diverse azioni rivolte a:

  • Sviluppare strumenti e metodi innovativi di campionamento e sorveglianza epidemiologica applicati alle colture di interesse nell’area di cooperazione transfrontaliera (orticole, ornamentali, olivo).
  • Tracciare gli interventi di gestione colturale attraverso strumenti informatici sviluppati ad hoc al fine di evidenziare gli aspetti di difesa e la correlazione con le condizioni ambientali;
  • Mettere a punto di nuove tecniche di difesa, basate sulla lotta biologico-integrata.

Risultati ed impatti

Ci si attende che IS@M possa rafforzare il supporto alle MPMI attraverso un sistema di assistenza che sia affidabile, rintracciabile e di facile utilizzo. Verrà creata una rete mediterranea di aziende agricole che sarà alimentata attraverso un’interazione pubblico-privato che prevede (1) l’attivazione di un forum per lo scambio di conoscenze, esperienze e informazioni su allerte epidemiologiche, (2) l’armonizzazione e diffusione di protocolli di coltivazione/difesa integrata e (3) la sensibilizzazione dei consumatori verso scelte consapevoli riguardo la salute e la sicurezza dei prodotti acquistati.

Gli impatti IS@M previsti, pertanto, riguardano:

  1. La riduzione dell’utilizzo dei prodotti fitosanitari impiegati sulle principali colture della zona transfrontaliera (ortaggi, ornamentali e olivo);
  2. Il contributo a sostenere un’attività agricola “eco-responsabile” nelle aree periurbane e sostegno del rinnovo generazionale;
  3. Il trasferimento di strumenti innovativi alle MPMI agricole per aumentarne la competitività

PARTNER

  • Institut National de la Recherche Agronomique (INRA), Francia (capofila)
  • Chambre d’agriculture des Alpes-Maritimes, Francia
  • Syndicat du Centre Régional d’application et de Démonstration Horticole (SCRADH), Francia
  • Chambre d’agriculture de Haute Corse, Francia
  • Istituto Regionale Per La Floricoltura (IRF), Italia
  • Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola (CeRSAA), Italia
  • Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA), Unità di ricerca per la floricoltura e specie ornamentali, Italia
  • Università Degli Studi Di Sassari, Dipartimento di Agraria, Italia

LINK

http://interreg-maritime.eu/web/is-m

PERSONALE COINVOLTO

  • Margherita Beruto (responsabile tecnico-amministrativo direzione@regflor.it)
  • Patrizia Martini (referente tecnico, martini@regflor.it)
  • Elena delfini (referente amministrativo, delfini@regflor.it)
  • Laura Repetto (staff tecnico, repetto@regflor.it)
  • Endrio Derin (staff tecnico, derin@regflor.it)
  • Marco Odasso (collaboratore - staff tecnico, odasso@regflor.it)

Contattaci

Informativa
Condividi questa pagina: